Verdura

Barbabuc

Azienda agricola Mauro Villa

"Il barbabuc è una coltivazione primaverile, si semina ad agosto-settembre, più o meno è una coltivazione come il radicchio. Io semino a file, direttamente sulla terra a mano. Poi freso con il motocoltivatore in mezzo alle file e tolgo l'erba quando ce n'è. Si sfalcia una volta o due poi quando in primavera ricaccia si raccoglie: si mangia radice, foglia, si fa lessato. In autunno le foglie gelano poi ributta come il radicchio.

Ogni piantina, se si lascia crescere, diventa anche un etto, fa radice e foglia e diventa sempre più grande, però se è un po' più piccola è più tenera. La raccolgo come la carota: radice e tutto. Il barbabuc selvatico è tanto più piccolo di quello coltivato e se ne trova poco, per questo ho imparato a coltivarlo."




Origine: Italia


Barbabuc