Verdura

Cardo gobbo

Azienda agricola Mauro Villa

"I cardi crescono al meglio nei terreni sabbiosi; si seminano solitamente tra aprile e maggio, in maniera abbastanza fitta per poi essere sfoltiti successivamente. La pianta cresce abbastanza lentamente e non necessita di particolari cure.

E’ un ortaggio che non ha una vera e propria maturazione, quando raggiunge le dimensioni volute lo si può raccogliere. Poche settimane prima della raccolta si effettua il lavoro che trasforma il cardo verde, la pianta che cresce nel campo, nel cardo bianco che troviamo sulle tavole. L’operazione di sbiancamento è fondamentale per ottenere delle piante dal sapore meno amaro.

Esistono fondamentalmente due tecniche per effettuare lo sbiancamento. La prima e più diffusa, all’origine del celeberrimo cardo gobbo, prevede che le piante, cresciute ad una distanza di circa 30 cm l’una dall’altra vengano piegate fino a toccare il terreno senza sradicarle. Dopo aver piegato i cardi si distende su di essi un telo di nylon nero che impedisca il passaggio dei raggi solari e lo si fissa ricoprendolo parzialmente di terra. Togliendo l’esposizione solare, le foglie si depigmentano e perdono in parte il sapore amaro. Dopo circa 2-3 settimane di copertura i cardi sono pronti alla raccolta e, oltre ad essere depigmentati, hanno la caratteristica forma piegata del cardo gobbo."



Origine: Italia


Cardo gobbo