Cereali

Riso rosso S. Eusebio semilavorato

Azienda agricola Cascina Canta

"Il rosso Sant'Eusebio è una particolare varietà di riso, comparsa spontaneamente selezionata in campo da nonno Eusebio, che ne portò avanti la coltivazione e da cui prese anche il nome. Si chiamava così anche il primo vescovo e ora patrono della città di Vercelli, zona in cui si trovano le maggiori distese di risaie del Piemonte, come Cascina Canta.

Per la coltivazione viene applicato il metodo della falsa semina: si allargano le risaie per consentire la nascita delle infestanti, poi erpicate. Quest' operazione si ripete almeno due volte; quindi si procede alla semina del riso, precedentemente messo a bagno per farlo ben germogliare, e si allaga la risaia tenendo un livello dell'acqua molto alto. Il prodotto raccolto si chiama risone o greggio e viene stoccato. Viene passato al bramino, dove si effettua la sbramatura che asporta la lolla (non commestibile): si ha così il riso integrale. In Cascina Canta non si effettua la brillatura (aggiunta di oli essenziali). La trasformazione avviene sempre in azienda con macchine tradizionali, in piccoli quantitativi per avere il prodotto sempre fresco.

A chicco medio lungo, il rosso Sant’Eusebio si può cucinare in tutti i modi ma è consigliabile assaporarlo bollito e condito con olio o burro. Consumare questo riso è un bene anche per la salute per il suo potere antiossidante (dovuto ad un'alta presenza di polifenoli), soprattutto se integrale. E' inoltre molto ricco di ferro".


Cottura: 18 minuti.

Prodotto confezionato in atmosfera protettiva.

Riso rosso Sant'Eusebio. Semilavorato.
Ingredienti: riso rosso Sant'Eusebio.
Allergeni: confezionato in un locale dove sono confezionate farine di GRANO.

Origine del riso: Italia


Origine: Italia


Riso rosso S. Eusebio