Carne, pesce

Carpaccio di trota Iridea salmonata

Società Agricola San Biagio di Delia Revelli

"Ogni trota vive circa 2-3 anni prima di essere messa in commercio ed è alimentata con un'alimentazione calibrata in modo che il pesce non diventi mai troppo grasso. La pesca avviene nel corso dell'intero anno utilizzando delle reti, la trasformazione è tutta manuale, dall'eviscerazione alla filettatura.

Le nostre trote si possono mangiare crude in quanto vengono alimentate senza aggiunta di antibiotici: essendo pesci di acqua dolce non sono soggette al parassita ANISAKIS. Inoltre vengono confezionate nello stesso giorno della pesca, quindi sono freschissime.

Il carpaccio è parte del filetto tagliato in modo sottile e seguendo la venatura della carne. Può essere condito semplicemente con olio, sale, e limone".





Origine: Italia


Carpaccio di trota