Dolci

Muffin alle castagne

Metti in ammollo le castagne secche garessine per un'intera notte, sciacquale e lessale in acqua bollente finché risulteranno morbide. Scolale e frullale nel mixer. In una ciotola lavora 100 g di burro con 150 g di zucchero. Unisci quindi 2 uova, 200 g di farina setacciata con ½ bustina di lievito, un pizzico di sale, 180 ml di latte, vaniglia e 50 g di cioccolato fondente fuso e freddo. Mescola bene fino a ottenere un composto omogeneo, quindi unisci le castagne e mescola ancora. Se necessario, aggiungi qualche cucchiaio di latte. Versa il composto negli appositi stampini e metti in forno caldo a 180 °C per circa 20 minuti.

Torta di pere madernassa

Sbuccia le pere madernassa, tagliale a fettine e disponile in una tortiera imburrata e zuccherata. Prepara una crema con 500 g di farina, 50 g di burro, 50 g di zucchero, 250 ml di latte. Mescola fino a ottenere un composto ben amalgamato e morbido, aggiungendo, se necessario, altro latte. Versalo sulle pere e metti in forno a circa 160 gradi per circa 1 ora. Servi il dolce caldo.

Muffin di carote e noci nostrane

Pulisci e grattugia finemente 1 carota, stendila su un canovaccio e tamponala con la carta da cucina per asciugarla. Lavora 100 g di burro con 120 g di zucchero fino a ottenere una crema. Sempre frullando, aggiungi 3 uova e 230 g di farina setacciata con 2 cucchiaini e ½ di lievito. Unisci 1 cucchiaino di cannella, un pizzico di sale, la carota, 100 g di gherigli di noci tritate e 6 cucchiai di panna fresca. Versa l'impasto negli stampi imburrati e infarinati. Appoggia al centro di ogni muffin un gheriglio di noce e inforna a 180°C per 20 minuti circa. Trascorso il tempo, sforna i dolcetti e falli raffreddare.

Budino di castagne

Cuoci 250 g di castagne gabbiane fresche e passale al setaccio. In una terrina sbatti 3 tuorli con 3 cucchiai di zucchero, aggiungendo poco alla volta 250 g di latte, 100 g di panna, 1 cucchiaio di rum o aroma alla vaniglia. In ultimo aggiungi le castagne e i 3 albumi montati a neve. Versa il composto in uno stampo e fai cuocere a bagnomaria per circa 40 minuti.

Torta fresca all'arancia

In una ciotola fai ammorbidire 75 g di burro, quindi lavoralo con 200 g di zucchero di canna fino a ottenere una crema liscia. Unisci 3 uova e mescola bene. Con l’aiuto di un coltellino togli la scorza di 4 arance medie e spremi il succo. Unisci il succo al composto di uova e poco per volta incorpora 300 g di farina 0 e ¼ di bustina di lievito. Mescola bene e, in ultimo, aggiungi la scorza di arancia grattugiata. Adagia il composto in una teglia ricoperta con carta da forno e informa a 180° per circa 30 minuti. Sforna la torta e lasciala raffreddare prima di servirla.

Torta di mele e uva del Monviso

Trita grossolanamente alcuni amaretti e mescolali con 1 cucchiaio di cacao e una spolverata di cannella. Sbuccia 1 kg di mele, privale del torsolo e tagliale a rondelle. Prendi una teglia e dopo averla imburrata, cospargi il fondo e le pareti con pangrattato. Disponi un primo strato di fette di mele e al centro di ciascuna adagia un acino d'uva del Monviso. Cospargi con parte del composto di amaretti. Continua così per altri due strati. In una ciotola sbatti 4 tuorli con 80 g di zucchero, aggiungi 200 g di farina setacciata, 1 bustina di lievito in polvere e qualche cucchiaio di latte. Infine incorpora delicatamente gli albumi montati a neve. Versa il composto sulle mele e metti in forno a 180-200° per circa 40 minuti.

Torta di pere e noci

Monta 2 uova con 5 cucchiai di zucchero di canna, aggiungi un pizzico di sale e la scorza grattugiata di 1 limone. Trita grossolanamente 80 g di noci e uniscile alle uova. Aggiungi 50 g di olio di girasole, una spruzzata di cannella, 1 cucchiaio di 1 liquore dolce, 200 g di farina tipo 2 o integrale, 1 bustina di lievito e in ultimo 1 dl di latte. Ungi uno stampo a cerniera e versavi il composto. Lava e taglia a fettine 2 o 3 pere e disponibile a raggiera sull'impasto. Cospargile con poco zucchero di canna e metti in forno caldo a 180° per circa 40 minuti.

Uva moscato al cioccolato e granella di nocciole

Spella gli acini di uva moscato e falli saltare in padella qualche istante con una noce di burro, poi aggiungi 1 cucchiaio di zucchero e una spruzzata di vino dolce. Fai cuocere per 5 minuti a fuoco vivace continuando a muovere la padella, quindi spegni e lascia raffreddare. Nel frattempo sciogli a bagnomaria circa 70 g di cioccolato al latte o fondente e con l’aiuto di uno stuzzicadenti intingi gli acini uno a uno. Cospargili con granella di nocciole o di altra frutta secca a piacere.

Torta rustica di pere

Imburra una teglia rotonda e cospargila di pangrattato. Sbuccia 4 pere, tagliale in quarti ed elimina i torsoli. A parte lavora 100 g di burro con 150 g di zucchero finché diventerà spumoso, poi incorpora 3 uova. Aggiungi 150 g di farina “0” e 150 g di farina integrale, 1/2 bicchiere di latte e, se gradito, 1 cucchiaio di rhum. Spezzetta 100 g di cioccolato fondente e incorporalo all’impasto insieme a 50 g di fiocchi d’avena e a mezza bustina di lievito per dolci. Distribuisci 2/3 dell’impasto nella teglia. Disponi sopra le pere e ricopri con l’impasto rimanente.

Pesche con meringa

Incidi un baccello di vaniglia con un coltellino, preleva i semi e frullali nel mixer insieme a 500 g di pesche. Versa la crema in 4 coppette e metti in frigo. Nel frattempo monta a neve 1 albume con un pizzico di sale e, poco alla volta, unisci 25 g di zucchero fino a ottenere un composto lucido e ben gonfio. Versa 3 dita d'acqua in una casseruola larga e con i bordi medio-bassi e portala quasi al punto di ebollizione. Dividi l'albume montato in 4 porzioni e con un cucchiaio fallo scivolare delicatamente nell'acqua. Fai cuocere circa ½ minuto per lato.

Sorbetto al melone

Fai bollire 200 ml di acqua con 250 gr di zucchero per circa 10 minuti, a fiamma bassa, mescolando finché lo zucchero si sarà sciolto completamente. Fai raffreddare lo sciroppo. Nel frattempo taglia 600 gr di melone a fette, elimina la buccia e i semi. Frulla la polpa, aggiungi lo sciroppo, 1 cucchiaino di Porto e mescola. Versa il composto in un contenitore di alluminio, copri e metti in freezer per almeno 4 ore, avendo cura di rimescolarlo ogni 40 minuti. Dopodiché lascia il sorbetto in freezer una notte.

Melone ripieno di mirtilli e susine

Taglia il melone orizzontalmente a 3/4 della sua altezza, elimina i semi e i filamenti, taglia la polpa a dadini e mettila in una terrina. Unisci 120 g di mirtilli, 200 g di susine, 2-3 cucchiai di zucchero e mescola. Riempi il melone con la frutta, copri con il coperchietto del melone e metti in frigorifero per circa 4 ore.

Albicocche con yogurt

Dividi le albicocche a metà, togli il nocciolo e riempi ogni metà con dello yogurt bianco cremoso. Aggiungi al centro di ogni "barchetta" di albicocca uno o due piccoli frutti di bosco rossi (ribes, lamponi ...) per dare un tocco particolare di sapore e colore. Completa con una fogliolina di menta.

Budino di susine

Lava 500 g di susine, snocciolale e frullale. Riversa la purea ottenuta nel bicchiere dosatore, aggiungendo 70 g di zucchero e acqua fino ad arrivare a 800 ml di liquidi complessivi. Versa un piccolo quantitativo di liquido in una pentola e sciogli a caldo 80 g di maizena, quindi trasferisci l’intero composto e rimesta a fiamma dolce. Dopo qualche minuto dall’ebollizione, allontana dal fuoco e versa negli stampini. Riponi in frigo, coperto da pellicola alimentare ed accompagna con 3 cucchiai di yogurt.

Torta di susine fresche

In una terrina monta 4 tuorli con 200 g zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Sciogli 100 g di burro a bagnomaria e versalo nell'impasto. Aggiungi 150 g di farina e unisci al composto i 4 albumi montati a neve con un pizzico di sale. Per ultimo aggiungi una bustina di lievito per dolci e amalgama bene. Lava circa 20/25 susine, tagliale a pezzi e aggiungile al composto. Versa tutto all'interno di una teglia imburrata e infarinata e spolvera dello zucchero in superficie. Cuoci in forno caldo a 180°C per 50 minuti circa. Fai intiepidire e servi.

Muffin ai mirtilli

Scalda il forno a 200°C. Cospargi di burro degli stampini per muffin. Mescola 100 g di mirtilli con circa 1/2 cucchiaio di farina e tienili da parte. In una terrina mescola 100 g di farina, 50 g di zucchero, un pizzico di sale e 1 cucchiaino di lievito. A parte mescola 30 g di burro fuso, 1 uovo, 40 ml di latte, 40 g di yogurt e un pizzico di scorza grattugiata di limone. Con un cucchiaio di legno unisci il composto agli ingredienti secchi e mescola velocemente. Aggiungi delicatamente i mirtilli e riempi gli stampini fino a 2/3. Metti in forno per circa 20 minuti.

Pesche al forno

Lava 6 pesche sotto un getto di acqua fredda, asciugale e dividile a metà, quindi, con un coltellino, estrai il nocciolo. Con l’aiuto di un cucchiaino, scava leggermente le pesche tutto intorno all’incavo del nocciolo e poni la polpa ricavata in una ciotolina. Spappola la polpa delle pesche pestandola con i rebbi di una forchetta o utilizzando un mixer. Sbriciola 80 g di amaretti pestandoli in un mortaio.

Crema di ricotta e lamponi

Lavora 150 g di ricotta e 1 cucchiaio e mezzo di latte; aggiungi 1 cucchiaio di miele e mezzo cucchiaio di zucchero e mescola energicamente. Incorpora al composto 1,25 dl di panna montata e 120 g di lamponi, amalgamando con delicatezza. Dividi la crema in coppette e conservale in frigorifero fino al momento di servire.

Tortini di fragole e ciliegie

 Spargi le mandorle su una teglia e mettile nel forno già caldo a 180° per 5 minuti, in modo da asciugarle, ma senza che prendano colore. Poi sfornale e lasciale raffreddare. Quindi mettile nel mixer, tritale molto finemente per qualche secondo e versale in una ciotola. Metti 150 g di farina setacciata, 150 g di burro, 150 g di zucchero semolato e 3 uova sgusciate in un contenitore. Lava e asciuga 1 limone, grattugia un poco di scorza e aggiungila. Mescola quindi il composto fino ad amalgamarlo perfettamente.

Strudel di ciliegie

 Setaccia 100 g di farina a fontana sul piano di lavoro con un pizzico di sale, scava al centro un incavo in cui verserai 1 cucchiaio di olio. Con un cucchiaio di legno fai dei movimenti concentrici partendo dal centro della fontana verso l’esterno. Quando l’olio si sarà un po’assorbito comincia ad aggiungere l’acqua e impasta con le mani energicamente dividendo e sbattendo sul piano la pasta che deve rimanere un po’ collosa, ma non dura.