Tarocchi dal muso

Data: 
19 January, 2018

Con l'inizio del nuovo anno è iniziata la raccolta delle arance tarocco coltivate da Francesco nell'azienda agricola in provincia di Agrigento. Alcuni mesi fa avevamo contattato Francesco per sapere come si annunciava la stagione e per sapere se i suoi agrumeti avevano sopportato bene la siccità estiva. Oggi lo abbiamo richiamato per farci raccontare come stanno procedendo i lavori e per avere una sua valutazione sui primi raccolti. “I primi tarocchi che ho assaggiato sono particolarmente dolci e profumati, non molto grandi a causa della carenza di acqua che, nonostante la presenza della sorgente nell'azienda, ha mandato in sofferenza anche le nostre piante. Da noi sta piovendo veramente poco anche in questo periodo. In questi giorni abbiamo temperature che superano i 15 gradi, un'anomalia anche per la calda Sicilia. Sia i tarocchi normali che i tarocchi dal muso (una varietà di tarocchi caratterizzati dalla forma più ovale e dalla presenza di una struttura a forma di labbra accanto al picciolo, da cui deriva il nome) hanno la consueta dolcezza con una gradevole nota aspra. Purtroppo le alte temperature frenano la maturazione e lasciano i frutti più pallidi del solito. Come nostra abitudine raccogliamo solo le arance che hanno raggiunto il giusto grado di maturazione, vorrà dire che la raccolta si protrarrà per tempi più lunghi, ma siamo speranzosi per i prossimi mesi. In questi giorni oltre a raccogliere i primi frutti stiamo anche effettuando la semina del favino che taglieremo per effettuare il sovescio e concimare le piante fra circa tre mesi.”