Latticini

Sairass del fen

Cooperativa agricola Il Trifoglio

A rigore, per la legislazione italiana, il sairass del fen non è un formaggio, in quanto rientra nel grande gruppo delle ricotte. La base per la produzione di questo prodotto è il siero derivante dalla produzione della toma che viene scaldato e aggiunto di latte (in percentuali variabili, a seconda del tipo di latte, tra il 5 e il 30 %) e quindi coadiuvato nella flocculazione con acidi diversi quali acido citrico, aceto, sale inglese, acido lattico sotto varie forme.
Il riscaldamento viene protratto dopo la flocculazione fino al raggiungimento della consistenza desiderata della pasta e quindi fatto scolare in tela annodata ai quattro angoli e appesa. Il tipico sairass del fen è prodotto con siero e latte di pecora, almeno in buona percentuale, e con l'aggiunta di siero e latte di capra che esita un prodotto con pasta più fine e con il caratteristico aroma ircino. La forma tradizionale è arrotondata da una parte e appiattita dall'altra derivante dalla scolatura in tela. Il sairass è ricoperto dal fieno di varie specie di festuche e si ricopre di muffe più o meno consistenti nel tempo della stagionatura.
Il sairass ha un tipico sapore dolce che deve mantenere per tutto il suo periodo di stagionatura. ll sairass del fen può essere utilizzato come formaggio da tavola oppure per la preparazione di vari piatti, nel ripieno dei ravioli, come condimento per vari tipi di pasta oppure ancora come base per la preparazione di saporiti piatti salati e dolci. Le pecore di Silvano vengono nutrite di foraggi e da aprile ad ottobre salgono tra gli 800 e i 1500 m in val Germanasca, cercando i loro pascoli nei terreni meglio esposti.

Modalità di conservazione: conservare in frigorifero a +4°C.

Allergeni. Contiene LATTE.

Origine del latte: ITALIA


Sairass del fen siero lavorato ad alta temperatura g 300