Agricoltura nativa

FoglioSpesa 16/12

Cristina, Simone e l'asparago di Santena

 Cristina e Simone Griva ci hanno scritto lo scorso febbraio per proporre ad AgriSpesa gli asparagi delle loro coltivazioni. L’azienda agricola Griva nasce due anni fa, dopo che da alcuni anni Cristina e Simone si occupano della coltivazione delle terre appartenenti ai loro avi. L’idea di creare l’azienda è il risultato della passione che sin da piccoli accomuna i due giovani fratelli. La produzione agricola dell’azienda era, fino a poco fa, prevalentemente incentrata su colture da pieno campo, quali mais, frumento e orzo, ma 3 anni fa, nasce l’idea di impiantare sui loro terreni l’asparago, prodotto principe della tradizione santenese. Quest’anno, terminata la fase di accrescimento delle radici, gli asparagi possono essere finalmente raccolti. La coltivazione dell’asparago a Santena risale almeno al Settecento e il massimo della produzione di asparago nel torinese si registrò nel periodo compreso tra il 1940 e il 1970: nel solo comune di Santena, si stima se ne raccogliessero circa 300 quintali al giorno.
La passione e la scelta lavorativa di Cristina e di Simone è sostenuta dai loro genitori, con rispetto e con l’aiuto nei lavori di coltivazione e di raccolta: ancora una volta si conferma l’amore dei giovani per l’agricoltura, il desiderio di cimentarsi, terminati gli studi, con l’antico lavoro del contadino e con il contatto con la terra, con le stagioni, con gli elementi primari della vita dell’uomo.

 

 

 
Aggiungi un commento
Pubblicato da Redazione il 16 aprile, 2012 - 19:12

Perchè un blog?

Per raccogliere la voce di tante persone che, come noi, hanno a cuore i temi dell’agricoltura, dell’ambiente, della salute.
Per conoscerci e costruire insieme possibili esperienze di economia sostenibile.
 

 

 


Bookmark and Share